Our Blog

Arpacal Dipartimento provinciale di Cosenza

Nostro altro partner l’ Arpacal Agenzia regionale per le protezione dell’ambiente della Calabria dipartimento provinciale di Cosenza Che opera per la tutela, il controllo, il recupero dell’ambiente e per la prevenzione e promozione della salute collettiva, perseguendo l’obiettivo dell’utilizzo integrato e coordinato delle risorse, al fine dell’individuazione e rimozione dei fattori di rischio per l’uomo, per la fauna, per la flora e per l’ambiente fisico”.

LA PLASTICA: UN GRANDE MATERIALE

CONCORSO COREPLA DELLA IIE INF. LA PLASTICA: UN GRANDE MATERIALE Intervista al prof. CHIDICHIMO, ORDINARIO DI CHIMICA DELL’U.N.I.C.A.L. Alunni: La plastica è costituita da.. Chidichimo: E’ vero ciò che dite. I materiali plastici sono anche quelli della vita, come le proteine che costituiscono le strutture degli organismi viventi, la cellulosa quelle dei vegetali, la lignina e gli zuccheri. Intorno agli anni 50’ in Italia si scoprì il polipropilene isotattico e si registrò un boom del polietilene, utilizzati dall’uomo per fabbricare materiali plastici per tutti gli usi, mai visti prima, partendo principalmente dal petrolio. Vennero sintetizzati i poliesteri, cui appartengono i

PIRAMIDI ALIMENTARI

PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE L’alimentazione ha subito varie modifiche nel corso degli anni. Il vecchio standard di alimentazione era composto da: primo, secondo contorno e dessert generalmente seguito da un caffè. Questo modello alimentare nonostante sia molto diffuso e utilizzato non è dieteticamente corretto perché il primo, il secondo, contorno e frutta attivano processi diversi e in contrasto tra loro. La pasta, infatti, raggiunge lo stomaco dopo una prima trasformazione dovuta a un enzima salivare detto ptialina, prodotto durante la masticazione e che continua la sua azione nello stomaco per circa 2 ore in ambiente alcalino. I secondi piatti che

SMALTIMENTO BIOGAS

SMALTIMENTO BIOGAS Nelle discariche dovrebbero esserci in dotazione dispositivi per la captazione ed il recupero del biogas. Il biogas è un gas combustibile prodotto attraverso processi biologici, in cui sostanze organiche vengono trasformate da vari microrganismi in metano ed altri gas. TRASFORMAZIONE BIOLOGICA La decomposizione dei rifiuti solidi urbani a opera dei batteri, porta alla formazone di biogas o gas biologico in cui componenti principali sono: il metano (CH4), e l’anidride carbonica (CO2) ed una seria di altri composti presenti solo in tracce (Tab). GAS FORMULA PROPRIETA’ Metano CH4 Inodore,incolore,non tossico Anidride carbonica CO2 Inodore,incolore,non tossico Ossigeno O2 Inodore,incolore,non tossico

Proprietà e compomenti del compost

A cura di: Francesco Grandinetti, Loris Bevacqua Proprietà e compomenti del compost Il compost è un concime organico ottenuto attraverso il complesso processo del compostaggio e utilizzato come sostanza ammendante e fertilizzante per suoli vegetali, agricoli e talvolta per il recupero di zone particolarmente degradate. In base ai tempi di compostaggio e alla materia organica utilizzata, si può avere un compost più o meno ricco di sostanze nutritive. Quindi si distinguono in 4 diversi tipi: grezzo, fresco, pronto e maturo. Il compost grezzo proviene da rifiuti trattati meccanicamente. Il compost fresco si ha quando il prodotto è ancora in fase

l’acqua

L’acqua Gozzi Sarah, Paolo Stanislao Debecki, Bria Emenuele INTRODUZIONE L’acqua è un composto chimico di formula molecolare H2O, in cui i due atomi di idrogeno sono legati all’atomo di ossigeno con legame covalente polare Ciclo ideologico dell’acqua .” Dalla terra al cielo per tornare alla terra”. Funziona più o meno così il ciclo dell’acqua, conosciuto a livello scientifico come ciclo idrologico. Questo processo è molto importante, perché garantisce la rigenerazione dell’acqua che altrimenti, una volta consumata, si esaurirebbe. E se non ci fosse più acqua a disposizione, la vita sulla Terra finirebbe. L’acqua, infatti, è una risorsa vitale per tutti: esseri

Il compostaggio

Il compostaggio il termine compostaggio si riferisce, come stabilito dal DPR 915/82, al processo di trasformazione dei rifiuti domestici in compost, attraverso fermentazioni aerobiche che si producono naturalmente. Nel 1998 in Italia erano in esercizio 50 impianti di compostaggio che trattavano 1,8 milioni di t/anno di RSU con una produzione di 0,42 milioni di t/anno di compost. Alla stessa data erano in costruzone altri 5 impianti capaci di trattare 300.000 t/anno di RSU con una produzione di 80.000 t/anno di compost. Il compostaggio è un processo di demolizione delle macromolecole organiche (lipidi, proteine, zuccheri semplici e complessi, cellulosa, lignina, ecc.)